Fist of the North Star

                      

anno: 1995

nazione: USA, HK

regia: Tony Randel

sceneggiatura: Peter Atkins, Tony Randel

interpreti: Gary Daniels, Costas Mandylor, Chris Penn

In un futuro distopico non molto lontano, la Terra è sconvolta da un cataclisma che ha portato la civiltà alla distruzione.

Dovunque il caos regna sovrano, e nei villaggi le persone vengono interpretate indifferentemente da attori americani od asiatici solo per motivi di produzione.
In questo scenario apocalittico, fatto di polvere, povertà e sudore, una delle più rispettate scuole di arti marziali, quella della Croce del Sud, si è trasformata in uno strumento di terrore e di oppressione, ed il suo capo, Lord Shin, in uno spietato tiranno.

La pellicola narra infatti della guerra che Shin apertamente dichiara contro la felicità e contro l’amore: per metà film sono protagoniste le legnate agli abitanti dei poverissimi villaggi da parte di guidatori di motociclette appositamente arrugginite che si fanno chiamare Crossmen, mentre l’altra metà è composta da inquadrature in faccia a Shin mentre spiega che vuole riportare ordine sulla Terra e quindi come logica conseguenza passa le giornate a segregare Julia, la donna amata da Kenshiro.
Kenshiro (Gary Daniels), che è il protagonista del film, non sembra neanche troppo infastidito da questo, ma è comunque l’unico ad opporsi a Shin ed ai Crossmen guidati dal perfido Jackal (Chris Penn).
Lui non vorrebbe neanche, ma la salma del suo maestro morto lo perseguita moralizzandolo riguardo al suo destino, e verso metà film lo convincerà a combattere Shin e salvare i villaggi dal giogo della violenza.

Delle molte difformità tra il mondo rappresentato nel film e l’universo del fumetto di Yoshiyuki Okamura, c’è da segnalare quella nei colpi mortali conclusivi nei combattimenti: al posto dei pugni in grado di generare atroci mutilazioni, possiamo infatti trovare dei ben più classici calci fortissimi nei testicoli.
Chiaramente questo colpo è esiziale, ed il primo lottatore tra i due contendenti che usa suddetta tecnica vince.
Quasi tutti i combattimenti, sceneggiati dallo stesso Gary Daniels, si concludono così.
Una considerazione anche sugli attori: selezionare un attore capace e credibile come Criss Penn per interpretare un ruolo secondario, si spiega solo con l’intenzione da parte del regista di di mettere in serio imbarazzo tutti gli altri interpreti.

Virtuosi piani sequenza di forti legnate al rallentatore conducono lo spettatore fino allo scontro finale in cui Kenshiro troverà la forza nell’amore solo dopo aver visto, con una raffica di sguardi persi nella profondità di campo dell’inquadratura, un fiore nato dai semi che regalò alla sua amata Julia spuntare da una crepa nel pavimento.

Poesia insomma, ma solo a sprazzi. Infatti il film, inedito in italia, soffre della differenza di vedute tra il regista e Gary Daniels, e non è capace di imprimere forza al personaggio di Kenshiro, che riuscirà ad infliggere dolore soprattutto con gli sguardi persi nel vuoto più che con i cazzotti.
Diseguale.


Cosa mi ha insegnato questo film

· per dominare il mondo devi tenere segregata la donna di Kenshiro
· per salvare il mondo devi essere bravo a colpire i testicoli
· l’amore è più forte delle legnate



Altri spezzoni video da youtube:

· esempio di combattimento con calcio nei testicoli (in inglese)


· film completo (in inglese)






lascia un commento